Perchè andiamo tutti matti per gli aggiornamenti?

Ricordo una vignetta che ritraeva 3 personaggi al computer di fronte ad un aggiornamento, un utente Windows, un utente Linux e un utente Mac.
Reazione dell’utente Windows: oddio un aggiornamento!! Esci esci che se no si blocca tutto!
Reazione dell’utente Linux: Che bello un aggiornamento, ci saranno un sacco di cose nuove!
Reazione dell’utente Mac: Un aggiornamento, wow! E costa solo 19,99$!!

Questo per renderci conto di come UNA VOLTA, in base al tipo di utente, la reazione di fronte ad un aggiornamento era differente.
Ma oggi da quello che sembra gli aggiornamenti non vengono proposti, ma vengono bramati a gran voce dagli utenti, come se la soluzione di tutti i loro problemi fosse li, in quel .qualcosa in più nella schermata info. Vuoi per soddisfazione personale, vuoi per vantarsene con gli amici al bar, vuoi per reale necessità l’utente medio più o meno esperto quando acquista tiene un occhio all’azienda per capire se gli farà avere questi beneamati aggiornamenti o meno in futuro.

Ora facciamo il punto della situazione. C’è una sola azienda che aggiorna tutti i suoi dispositivi fino a quelli di 3 anni prima, lo fa una volta l’anno in maniera radicale e con vari fix durante l’anno, ed è, che vi piacca o no, Apple. Cioè, questo scorso autunno è uscito iOS7 insieme al nuovo iPhone 5s, di cui hanno potuto “beneficiare” tutti gli utenti a scalare fino a chi, nel “lontano” 2011, ha acquistato un iPhone 4 e lo sta tutt’ora usando. Poi se con iOS7 l’iPhone 4 è perfettamente inchiodato è un altro discorso, è un trucchetto che fa Apple per farti capire che è ora di prenderti il nuovo fiammante 5s, se eri furbo ti tenevi iOS6 che era più veloce.
Su Android il discorso cambia. Chi può vantare di aggiornamenti prima di tutti sono ovviamente la gamma Nexus, che non è altrettanto longeva come ci vorrebbero far credere. Difatti i possessori di Galaxy Nexus cominciano a trovarsi in panne da qui a poco, mentre chi aveva il bellissimo Nexus S dell’anno prima è stato abbandonato già da un pezzo (ma può sempre avvalersi di ROM cucinate ma ne parliamo dopo). Anno dopo anno le modifiche che vengono apportate dalle varie versioni di Android non sono poi così eccalatanti come lo sono su iOS, ma ovviamente la varietà di personalizzazione che lascia Android ha il suo vantaggio. Ma c’è chi brama a tutti i costi questi aggiornamenti!
Poi ci sono i telefoni delle altre aziende, Samsung, HTC, LG, Sony, ecc. Mettiamo in chiaro una cosa, a meno che non si tratti di aggiornamenti di sicurezza davvero importanti per il telefono, I PRODUTTORI AGGIORNANO SOLO IL TOP DI GAMMA ALLA VERSIONE SUCCESSIVA DI ANDROID PER MASSIMO UN ANNO, IN CASI MIRACOLOSI DUE. Questo lo dico perchè vedo e sento gente che si compra telefoni di fascia bassa e pretende aggiornamenti che gli migliorano il telefono, che schifo faceva e schifo farà.
Siete su Android? Bene, Android è un pianeta libero, crackate il vostro telefono e datevi alle ROM cucinate, avrete l’ultimo numerino disponibile nelle info telefono e siete contenti, per quanto, in realtà, sul lato pratico non è cambiato nulla al vostro telefono.

E poi c’è chi ha MIUI, che è sempre indietro di un paio di versioni di Android (attualmente ad esempio la versione che c’è in giro è la 4.4.2 e MIUI monta al massimo 4.3), ma non gli interessa, dato che MIUI offre un parco di opzioni e personalizzazioni che gli altri non hanno, anche se c’è chi vorrebbe il numerino anche sulla MIUI, non lo nego.

Alla fine di questo sfogo, vi chiedo, prima di piagnucolare per l’aggiornamento del vostro vecchio S3 mini che non arriva, vi siete chiesti davvero che cosa manca al vostro telefono? E avete mai provato ad alleggerirlo da tutta la schifezza che vi infila Samsung (o altri produttori, ma Samsung è la peggio) nel telefono per vedere come schizza senza?

Se qualcuno di voi si vuole sbarazzare di un vecchio Galaxy S2 sarò felicissimo di prenderlo in consegna, e vi farò vedere come lo faccio viaggiare oggi!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...